Blog – Coronavirus

Quando al compimento di un anno del sito (qui) parlavo di voler realizzare più articoli trasversali e personali, però dovevo ancora capire cosa scriverci, tutto avrei pensato che a una situazione del genere.

Ampiamente diffusosi (purtroppo) in tutta Italia (e nel Mondo). Il Covid-19, che ha portato a una quarantena generale per cercare di fermare o limitare la diffusione del virus, non sovraccaricando gli ospedali che si trovano già al collasso più totale, è il triste protagonista di questa “bloggata”. Qui però non voglio stare a parlarvi degli aspetti tecnici del virus – non sono un dottore né ho una minima preparazione per dire la mia – ma voglio un po’ parlare in generale di come sto affrontando una situazione del genere: quello che faccio, come la vivo, cosa ne penso e, perché no, menzionare anche alcuni aspetti del sito che questa pausa mi ha fatto rivalutare.

#STATEACASA

Risultato immagini per covid 19 italy

È lo slogan/invito che più impazza nelle nostre case. Difatti, l’unica soluzione che abbiamo per contrastare il Nuovo Coronavirus, è quella di stare a casa così da non diffonderlo. Ciò ha portato alla chiusura pressoché totale di negozi, ristoranti, scuole, pizzerie e pub così da non creare assembramenti di persone. Così come il divieto assoluto di uscire se non per esigenze primarie come dover fare la spesa, andare in farmacia o per motivi di salute – ci sarebbe anche l’attività fisica ma quella roba è ridicola.

Si è venuta a creare una situazione tanto opprimente, straniante, quanto “affascinante”. Sì, affascinante. Perché il momento è tragico e si spera di ritornare alla normalità il prima possibile, però al contempo non riesco a non essere attratto da un momento che resterà nei libri di storia e che ci ha portato ha rivoluzione totalmente il nostro modo di vivere.

Non si può uscire. I controlli sono serrati e se non per strette necessità: si rischia molto. Tutto questo ha portato a doversi rinchiudere in casa trascorrendo lunghe giornate escogitando qualcosa da fare. Ma è qui che l’italiano ha dato il meglio di sé.

LE INIZIATIVE

Risultato immagini per coronavirus achille lauro

Non si tratta di patriottismo o attaccamento al proprio Paese, ma questa quarantena forzata ha davvero dimostrato la potenza e l’animo italiano. Se infatti negli altri Paesi si legge soltanto di cronaca, file per comprare armi o carta igienica. Qui il nostro genio ha portato a tante iniziative che stanno “pubblicizzando” l’Italia in maniera encomiabile. Dirette o tutorial in casa, musiche e canzoni dai balconi, così come tantissime iniziative divertenti o a scopo benefico. L’Italia si è movimentata per questa crisi, ha risposto benissimo – più di quanto mi sarei aspettato – e ha mostrato il suo essere una popolazione che non molla mai.

Ho parlato che non è patriottismo, ma forse tutto ciò ha contribuirlo a crearlo. Perché sì, oggi essere italiano è più bello. È bello per come si è fronteggiato il tutto, sia da parte dello Stato che da parte del Popolo. È bello perché ci si sente tutti più uniti nonostante la distanza, che è una cosa sul quale non avrei puntato un centesimo. Io dalla mia parte la sto vivendo in maniera tutto sommato “normale”.

Sarà anche brutto da dire. Ma prima tra il lavoro, il cucinare e l’uscire, il tempo per le proprie passioni scarseggiava o si era ridotto a brevi inframezzi. Adesso no. Adesso il tempo abbonda e, nonostante avverta una certa mancanza di farmi una passeggiata o corsa all’aperto, o semplicemente uscire senza sembrare un ricercato. Devo ammettere che il poter recuperare finalmente film, videogames e serie TV arretrate non mi dispiace affatto. Non sono mai stato un’amante di continue uscite o pomeriggi passati al bar, pertanto lo stare sempre a casa mi sta pesando in maniera molto relativa.

IO E LA QUARANTENA

Dicevo quindi che sto approfittando di questa quarantena forzata per recuperare l’infinito backlog accumulato negli anni, riposarmi e di tanto in tanto cucinare qualcosa di più stuzzicante. Mi sto godendo ogni singolo momento di gran gusto e, nonostante mi sia reso conto che al contempo, tutto sommato, l’interazione con amici o persone in generale un po’ mi manca – poi leggo boiate o vedo cose che mi fanno subito passare il desiderio – nel complesso non mi lamento affatto. Detto ciò stavo parlando della mia quarantena.

Se infatti sto giocando tantissimo alla Xbox One X (grazie Gamepass) recuperando saghe come Halo – finiti tutti – Gears Of War o tanti altri bei titoli come Devil May Cry 5, Kingdom Hearts III e chi più ne ha più ne metta. Tra un film, una serie TV e una pizza ho anche riflettuto un po’ su cosa fare nel sito. Chi legge infatti abitualmente L’inventario di Chicco – chi? – avrà infatti avuto modo di vedere che non sono stato presentissimo negli ultimi periodi. Potrei dirvi che è stato il nuovo lavoro a rubarmi il tempo; l’Xbox; un matrimonio da organizzare o una casa da sistemare. Ma in realtà non c’ho avuto voglia.

Si passano momenti in cui non si vuole fare una determinata cosa e in questo caso il blocco è capitato alla scrittura. Non temete però, sono ancora voglioso di espandere il sito e, sotto questo aspetto, spero di dedicarmici in maniera più assidua in queste settimane di quarantena. Innanzitutto però, una volta pubblicate vecchie recensioni ancora in stand-by, per aprire come un nuovo ciclo del sito – penso – di voler scrivere delle recensioni un po’ più personali e meno professionali. Era una scelta sul quale avevo ritrattato già in passato, ma mi sono reso conto che, oltre a divertirmi di più nello scriverle, tutto ciò da un taglio specifico del mio modo di scrivere e di essere.

Il resto invece si vedrà più avanti. Ci si aggiorna sempre su queste pagine. Abbiate cura di voi stessi. Rispettate gli altri. E…restatevene a casa che le cose da fare di certo non mancano.

Autore dell'articolo: Francesco Di Maria

Nato con una penna e una cinepresa in mano, non si sforza minimamente per rendere questa biografia un minimo interessante. Scribacchino per diletto. Nerd fino al midollo. Fotografo per passione. Mangiatore per vocazione. Da un po' di tempo alle prese con L'Inventario di Chicco.

7 commenti su “Blog – Coronavirus

    Isabella Gatti

    (23 Marzo 2020 - 00:09)

    La quarantena la sto passando leggendo tanti libri e manga e guardando tanti anime, film e telefilm

    Amalia

    (22 Marzo 2020 - 20:37)

    Che brutto periodo che stiamo vivendo, chiusi in casa davvero non si fa altro che mangiare. Speriamo che finisce in fretta per tutti.

    claudia

    (22 Marzo 2020 - 22:54)

    Io sto passando la quarantena divorando libri e serie tv.Sperando che finisca presto e che si possa tornare a lavorare

    Veronica Sieli

    (24 Marzo 2020 - 02:42)

    Noi in UK la quarantena la stiamo iniziando adesso. Penso che anche io la prenderò come tempo per me stessa e non credo mi peserà considerando che non sono una che esce spessissimo.

    marco vito speraranza

    (23 Marzo 2020 - 22:27)

    Che dire il coronavirus ha completamente stravolto le nostre vite e mi auguro che i furbetti rimangano a casa

    Iannacci Manuela

    (24 Marzo 2020 - 06:15)

    Io in quarantena cucino e impasto come se non ci fosse un domani… ingrasserò già lo so!

    lucia di tommaso

    (24 Marzo 2020 - 11:26)

    credo che se ognuno rispetta le regole e restiamo in casa, tutto procederà in breve tempo risolvendosi e non appesantiremo di più il lavoro di medici e infermieri. Trovo che le iniziative delle catene e dei balconi non servono proprio a nulla, restare a casa, questo serve

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *