Recensione – Thor

Trama:
Dopo che le sue azioni sconsiderate hanno riacceso un’antica guerra, Thor viene spogliato dei propri poteri, scacciato dal regno di Asgard, e costretto a vivere tra gli umani.

Cast:
Chris Hemsworth, Tom Hiddleston, Natalie Portamamn, Idris Elba, Anthony Hopkins, Jaimie Alexander e Stellan Skarsgård. 

IO, TU E KENNETH

Recensione - Thor

Come avrete modo di vedere in questa recensione: Thor, fatta eccezione per Ragnarok, è stato sempre (personalmente) il personaggio più debole del gruppo “originale” degli Avengers. Più che come personaggio – ora ne parliamo – il problema che ho sempre riscontrato risiede in delle pellicole autonome sempre sottotono rispetto a tutto il resto. Non vedevo il primo Thor praticamente dall’uscita, conservandone un ricordo tutt’altro che appassionante, ed effettivamente a questo secondo giro la mia opinione è pressoché invariata.

Thor di Kenneth Branagh – con il quale a questo punto ho un problema personale come regista viste le mie riserve sia con Cenerentola che con Assassinio Sull’Orient Express, ho paura per Artemis Fowl. È una pellicola che non riesce ad avere un tono epico per il tipo di eroe che si sta trattando. Più che il Dio del Tuono, si tratta di un soggetto (figo) all’interno di un contesto anonimo che si scorda ben presto.

RIDDIKULUS

Recensione - Thor

Ciò che colpisce in negativo di Thor – e per cui questa recensione non durerà ancora molto, mi annoio a scriverla. È proprio per come tutto ciò che ha all’interno, appaia scollegato e forzato come a dire “lo faccio perché mi pagano”. È un’atmosfera pesante che si respira generalmente in ogni sequenza. Come se esteticamente ogni personaggio/attore sia perfettamente azzeccato, ma quando apre bocca lascia trasparire un certo malcontento per un’opera in cui non crede.

Forse è la partenza tutto sommato potente con le precedenti pellicole di “origini” di Iron Man e Hulk. Ma Thor non ne replica il risultato avendo un approccio poco carismatico. Se infatti dal punto di vista di ‘AsgardChris Hemsworth, Anthony Hopkins e Tom Hiddleston sono degli ottimi personaggi, interpretati altrettanto bene, in un mondo suggestivo e con i suoi momenti centrati. La parte ambientata nella terra non convince, mai.

Appare come una storyline secondaria, derivativa e forzata, per creare un pretesto narrativo debole e poco interessante. Thor sulla Terra è infatti tra i momenti più noiosi del MCU. La chimica con la Portman funziona ma lei…un po’ meno; così come un epilogo davvero incomprensibile: ridicolo per come sia privo di pathos e si risolva in maniera banalissima. Discorso diverso invece per Stellan Skarsgård che è l’unico a salvarsi della sfera terrestre – ma qui probabilmente si parla con il senno di poi per il ruolo ricoperto nei successivi film. E per il Loki di Tom Hiddleston che è davvero eccellente all’interno di una pellicola criticabile sotto tutti gli aspetti.

COMMENTO:

Pur con un grandissimo cast e con personaggi azzeccati esteticamente e, alcuni, per interpretazione. Thor fatica a essere un’esperienza memorabile. Sommerso da un’aura pessimista, come a non credere nel progetto, il primo film del Dio del Tuono non ha il carattere epico che sarebbe stato lecito aspettarsi. Anonimo, scontato e scialbo in ogni sua situazione. Ci prova ad emergere ogni tanto con l’ottimo Hemsworth e l’eccellente Hiddleston, ma non a sufficienza da renderlo meno noioso o interessante. Lo scontro finale poi, è uno dei momenti peggio congegnati di tutto l’Universo Marvel.

Giudizio Finale:

Mediocre
5.6

Cast

8.5/10

Regia

5.5/10

Sceneggiatura

4.5/10

Montaggio

5.7/10

Colonna Sonora

4.0/10

Autore dell'articolo: Francesco Di Maria

Nato con una penna e una cinepresa in mano, non si sforza minimamente per rendere questa biografia un minimo interessante. Scribacchino per diletto. Nerd fino al midollo. Fotografo per passione. Mangiatore per vocazione. Da un po' di tempo alle prese con L'Inventario di Chicco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *