Recensione – WandaVision 1×06 “Nuovissimo Halloween Spaventacolare!”

Trama:
Disordini a Halloween separano Wanda da Visione, il quale indaga su certe anomalie a Westview.

Cast:
Elizabeth Olsen, Paul Bettany, Evan Peters, Kathryn Hahn, Teyonah Parris, Randall Park, Fred Melamed, Jolene Purdy e Debra Jo Rupp.

TOO HOT TO HANDLE

WandaVision Halloween Spaventacolare

Nell’attesa di capire se è il sesto episodio di WandaVision ad essere una bomba, o Elizabeth Olsen con quel vestito per tutta la puntata (!) torniamo a parlare della prima serie Marvel su Disney+ con la recensione di “Nuovissimo Halloween Spaventacolare“.

A tre puntate dal termine, e dopo la meravigliosa puntata di settimana scorsa (qui). WandaVision prende “fiato” non prendendolo al contempo. Mi spiego. Pur con una struttura che non sembra evolversi e, anzi, affronta l’avvento di Pietro con tranquillità come a estraniarsi dalla narrazione principale. In realtà WandaVision effettua questa scelta stilistica proprio per dare la sensazione, quando però dall’altro lato ci sta Visione intento a capirne di più di Westview.

DESTINI PARALLELI

WandaVision Halloween Spaventacolare

Con “Nuovissimo Halloween Spaventacolare!” questo aspetto, abbozzato nelle precedenti uscite, è riuscitissimo. Lo è perché nonostante la serie sia incentrata su Wanda e Visione, i due stanno affrontando un cammino parallelo più di quanto possa sembrare. Una sitcom incentrata su loro, la loro famiglia e la loro routine, ma che poi mostra due personaggi distinti, separati e dal destino tutt’altro che comune.

Adesso non è dato sapere come si concluderà ciò, proprio uno dei più grandi meriti di WandaVision è il mistero e l’incertezza della narrazione. Ma è indubbio che il lavoro svolto esalta gli attori, i personaggi, l’Universo e noi spettatori passivi a questo tripudio scenico.

AUTORIALITÀ

WandaVision Halloween Spaventacolare

Pur con una struttura che potrebbe non piacere a tutti in quanto nel 2021 la cadenza settimanale è pur sempre un’eccezione, e molti non digeriscono l’attesa per puntata di 20/30 minuti. WandaVision riesce a farsi largo dando un’impronta narrativa e stilistica potente, generando così una discussione tutt’altro che indifferente.

È un grosso merito in quanto esalta la forte autorialità e creatività. Anche in questa puntata si riesce a dare una forte impronta che è gustosissima per come è realizzata in relazione a ciò che abbiamo visto in passato in dieci anni di Marvel Studios. Per certi versi lo paragono a Guardiani della Galassia: un prodotto ai tempi rischiosissimo, ma che dalla sua ha avuto successo proprio per la creatività dentro.

WandaVision anche in “Nuovissimo Halloween Spaventacolare!” non si discosta da questa concezione. In quanto mostra Wanda, il ritorno di Pietro e questa sitcom che prosegue. Ma dall’altro lato ha un Visione sempre più dubbioso che è protagonista di una scena spettacolare che esalta anche una cura che non ha nulla da invidiare al cinema. Una storia sempre più intricata, creativa, suggestiva e che si sta muovendo, lentamente ma con intelligenza, ad una conclusione che non vediamo l’ora di vedere come sarà risoluta.

COMMENTO

Per “Nuovissimo Halloween Spaventacolare!” ho cambiato un po’ approccio nella recensione. Essendo che fino ad una conclusione più netta e limpida, si è sempre nel campo di speculazioni e suggestioni. Pertanto giunti a questo punto ho voluto parlare del perché WandaVision è una serie degna di nota. Uno show dalla forte impronta autoriale. Che non si risparmia, che si reinventa e che offre più di qualche scorcio che difficilmente si dimentica. Poi in questo episodio ci sta una Olsen in abito classico di Scarlett Witch che è fuori parametro, quindi capiamoci, cosa gli si vuole dire. Voto ‘diesci’.

Giudizio Finale:

Fantastico
9.5

Voto

9.5/10

Autore dell'articolo: Francesco Di Maria

Nato con una penna e una cinepresa in mano, non si sforza minimamente per rendere questa biografia un minimo interessante. Scribacchino per diletto. Nerd fino al midollo. Fotografo per passione. Mangiatore per vocazione. Da un po' di tempo alle prese con L'Inventario di Chicco.

Rispondi